Posted on Lascia un commento

Quanto dura un materasso? 5 regole per prolungarne la vita

quanto-dura-un-materasso

In questa piccola guida scopriremo quanto dura un materasso, qual è la sua vita media e sfateremo alcuni. Infine vedremo 5 semplici regole per conservare il materasso sempre in ottime condizioni, evitando di deformarlo o rovinarlo.

quanto-dura-un-materasso

 Quante volte in televisione hai assistito a spot pubblicitari in cui vengono proposti materassi nuovi, magari in memory foam, dalle proprietà incredibili e che durano anche 30 anni?

Quando c’è di vero in queste pubblicità? Iniziamo subito sfatando un mito: il vecchio materasso della nonna, che durava anche 30-40 anni non è un modello da seguire.

materasso-durata
Guarda quanta polvere e pelle morta si accumula in un materasso vecchio

Soprattutto nei vecchi materassi in lana, con il passare del tempo tende ad accumularsi negli strati centrali una quantità molto elevata di polvere e pelle morta (guarda la foto a sinistra per rendertene conto!)

In pratica un materasso vecchio tende a diventare con il tempo l’ambiente ideale per gli acari della polvere, un nemico da non sottovalutare per la nostra salute.

I materassi vecchi inoltre tendono a perdere consistenza e rigidezza, spesso si deformano in maniera irreversibile e ciò certamente non migliora la qualità del nostro riposo.

Allora quanto dura un materasso?

La durata del materasso infatti non è così elevata: si tratta di un prodotto progettato per durare circa 10 anni. Oltre questo termina la fabbrica non garantisce più le stesse caratteristiche sia in termini di resistenza che di deformabilità.

Non credete quindi a chiunque vi proponga un prodotto che dura 20-30 anni, perché si tratta di una clamorosa inesattezza. Inoltre la durata del materasso è di 10 anni se conservato bene, se cioè viene effettuata una buona manutenzione. In caso contrario la vita del prodotto potrebbe essere addirittura minore.

Quale materasso scegliere?

In commercio esistono diversi tipi di materassi, ciascuno con delle proprie caratteristiche, punti di forza e debolezze. La scelta di un materasso in lattice, ad esempio, comporta una buona manutenzione, dato che si tratta di un prodotto di eccellente qualità, ma delicato.

Per chi è interessato a scegliere il materasso in memory foam o in poliuretano gli accorgimenti sono più o meno gli stesso: attenzione alla manutenzione, perché la durata dipende da quanto si avrà cura del proprio prodotto.

5 consigli per allungare la durata del materasso

Abbiamo così capito che la domanda “quanto dura un materasso?” dipende moltissimo da come viene utilizzato il prodotto e da come viene trattato.

Esistono alcuni piccoli suggerimenti e consigli, che abbiamo raccolto qui in 5 step, per prolungare la vita del materasso, evitando che si danneggi o si deformi in maniera irreversibile.

cambiare-lenzuola-durata-materasso

  1.  Almeno 1 volta a settimana ricordati di cambiare le lenzuola in camera da letto. Inoltre ogni mattina lascia il materasso scoperto e fai in modo che “prenda aria”. Ciò farà si che si abbassi l’umidità, sfavorendo la proliferazione degli acari della polvere.
  2. 1 volta ogni 2-3 settimane ruota il materasso di 180°. Cioè il lato piedi deve diventare di testa e viceversa. Ciò permette al supporto di subire una sollecitazione più o meno costante nel tempo: in questo modo prolungherai la durata del materasso!
  3. Mantieni il materasso sempre fresco e pulito (scopri come pulire il materasso). Proteggilo inoltre con un coprimaterasso impermeabile, eviterai che si macchi.
  4. Evita il contatto diretto del materasso con i raggi solari, evita di mangiare o fumare a letto. Oltre a macchiarlo, rischi che l’odore di fumo ti accompagni a lungo durante la notte.
  5. Poggia il tuo materasso su una rete a doghe in legno e non su una tavola continua. Il prodotto deve poter costantemente respirare: un buon ricambio d’aria è fondamentale per la durata del materasso.

Quando cambiare il materasso?

Se noti che il tuo materasso cigola, fa strani rumori, è deformato in alcuni punti, forse è arrivato il momento di sostituirlo. Se non sono ancora passati 5 anni puoi ricorrere al Topper Memory, un prodotto che ti permette di prolungare la durata del materasso di qualche anno ancora.

In alternativa puoi scegliere il materasso nuovo tra i tanti prodotti in offerta del brand INfamily. Perché questo marchio? E’ l’unico in Italia che ti da una speciale garanzia di 10 anni su tutti i materassi certificati della propria linea, con i prezzi più bassi online e senza spese di consegna!

Ecco alcuni materassi matrimoniali, singoli o una piazza e mezza che ti consigliamo…

materasso-a-molle-matrimonialematerasso-lattice-singolo-offerta
materassi-in-offerta-romamaterasso-una-piazza-mezza-divano-letto
Posted on Lascia un commento

Come pulire il materasso a casa

come-pulire-il-materasso

come-pulire-il-materasso

Anche il migliore materasso, con il passare del tempo, tende ad accumulare polvere e può essere minacciato da macchie o prodotti chimici troppo aggressivi. E’ importante quindi lavare o comunque pulire il materasso periodicamente, anche per evitare il pericolo di un eccessiva proliferazione degli acari della polvere. Ecco qualche consiglio su come mantenere pulito il materasso.

Il modo certamente più facile è quello di portarlo in un centro specializzato che possa curarne l’igiene e la pulizia in maniera ottimale. I costi per la pulizia del materasso rischiano di essere alti, a seconda delle dimensioni e del tipo di prodotto da lavare. La soluzione migliore è di pulire il materasso a casa, magari usando metodi naturali.

Come usare il bicarbonato per la pulizia del materasso

pulire-il-materassoIl miglior metodo naturale prevede l’uso del bicarbonato, un prodotto completamente anallergico e che disinfetta e pulisce in maniera delicata non rovinando il rivestimento del materasso.

Questo trattamento ti permette di rimuovere polvere, peli, capelli ed impurità che si sono accumulate in tante ore di sonno. E’ sufficiente una spazzola e del bicarbonato di sodio da spazzolare sulla superficie del materasso e lasciar agire qualche minuto. Con la spazzola pulita è necessario poi spazzolare di nuovo per rimuovere il prodotto.

E’ importante essere delicati in questa operazione di pulizia per non rovinare gli strati dei materassi tecnologicamente più moderni, come quelli in poliuretano espanso o in memory foam. Puoi ripetere questa operazione anche 1 volta a settimana.

Come smacchiare il materasso

In questo caso non esiste un metodo unico per pulire il materasso, ma molto dipende dal tipo di macchia. Ad esempio le macchie di caffè vanno trattate con poche gocce di glicerina, che puoi acquistare in qualsiasi farmacia. Basta trattare la zona sporca con un batuffolo di cotone inumidito, si lascia agire una decina di minuti e poi si pulisce con un normale detergente.

Un problema ben noto a tutte le mamme è pulire il materasso di pipì. In questo caso la migliore soluzione al problema, anche per evitare di lasciare l’alone, è il sapone di Marsiglia. Molto dipende anche dall’estensione della macchia, ma generalmente sono sufficienti acqua, sapone e olio di gomito. Se le macchie di urina sono già secche ciò potrebbe non bastare, per cui consigliamo l’uso di qualche goccia di aceto bianco o di limone, da lasciar agire per qualche ora.

Le macchie di sangue, molto ostinate e difficili da eliminare, vanno trattate preparando un composto a base di acqua ossigenata (200 millilitri), bicarbonato di sodio (un paio di cucchiaini) e scaglie di sapone di Marsiglia. Questo detergente fatto in casa va preparato al momento affinché sia efficace e bisogna lasciarlo agire circa 15 minuti. Il materasso poi va lasciato asciugare in luogo ben ventilato, per evitare che si formi la muffa.

Come proteggere il materasso da tutte le macchie

Molto spesso le macchie più ostinate richiedono degli interventi più drastici, con prodotti chimici aggressivi. Questi rischiano di rovinare la parte esterna del materasso.

E’ nostra opinione che il modo migliore per avere un materasso pulito e sempre fresco sia quello di proteggerlo con un coprimaterasso impermeabile. Si tratta di un dispositivo sanitario che ci permette anche di combattere le temute colonie di acari della polvere. Guarda i migliori in offerta che abbiamo selezionato…

coprimaterasso-antiacaro-certificato

Posted on Lascia un commento

Memory Foam – Cos’è e quali sono i vantaggi

memory-foam-materassi

materasso-in-lattice-prezzo-bassoNegli ultimi anni si è molto diffusa, nel settore arredamento e benessere del sonno, la parola memory foam. Che cos’è e cosa significa? Si tratta di un materiale con cui vengono realizzati alcuni dei migliori materassi in vendita. Ecco quali sono le caratteristiche tecniche di questo sorprendente materiale.


Che cos’è il memory foam?

Quello che oggi è uno dei materiali più utilizzati per la produzione di materassi ortopedici fino agli anni ’80 era sconosciuto. Brevettato dalla Nasa per rendere più confortevoli per gli astronauti le operazioni di lancio, il Memory Foam ha dimostrato subito delle potenzialità straordinarie. Oggi questo prodotto ha trovato larghissima diffusione: scarpe, cuscini, imbottiture varie e materassi sono solo alcune delle possibili applicazioni.

Caratteristiche del Memory Foam

memory-foam-caratteristicheLa ragione di tanto successo risiede nelle sue caratteristiche tecniche. Questa schiuma a base di poliuretano è infatti in grado di memorizzare la deformazione impressa e conservarla per alcuni secondi. Qual è il vantaggio di un materasso memory foam?

Certamente quello di poter provare a cambiare radicalmente modo di dormire: solo con questo supporto sarà possibile dormire con la colonna vertebrale completamente rilassata e soprattutto diritta. Questo significa che non ci saranno più dolori articolari dovuti alla cattiva posizione per dormire, niente formicolii notturni o dolori cervicali.

I difetti del memory foam sono davvero pochi e risiedono nella stessa caratteristica di essere accogliente: chi infatti soffre molto il caldo e chi in genere si muove spesso durante il sonno può trovare scomoda la “nicchia” naturale che il materasso crea per la colonna vertebrale.

Perché scegliere un materasso memory foam

materassi-in-offerta-romaTra tutti i tipi di materassi in vendita on line i memory foam offrono delle caratteristiche tecniche davvero interessanti, soprattutto per chi soffre di mal di schiena, ha problemi di postura o dolori alla cervicale.

Per scegliere il materasso giusto, cioè più adatto alle proprie esigenze e caratteristiche fisiche, consigliamo di non valutare solo i prezzi, ma anche la qualità dei prodotti e delle materie prime. Non è vero che si tratta di un materasso morbido, dato che in commercio ne esistono di diversi tipi e di diverse densità – è questo il parametro che ne determina la rigidezza.

Consigliamo di scegliere il materasso memory foam per qualsiasi sia la posizione per dormire: non importa se sei abituato a dormire di lato o a pancia in giù. Questo tipo di materiale riesce a deformarsi in modo tale da farti tenere sempre una posizione confortevole alla colonna vertebrale.

Come scegliere un materasso memory

Prima di cambiare il materasso vecchio e prenderne uno nuovo, è bene informarsi sulle caratteristiche tecniche dei vari prodotti. Il memory foam è semplicemente una lastra di spessore variabile, 5 cm o 7 cm, che in fabbrica viene “incollata” su quello che è il riempimento del materasso – generalmente in water foam.

In base allo spessore della lastra cambiano le prestazioni del materasso e quindi anche il prezzo. E’ possibile inoltre scegliere un materasso memory con un rivestimento in Aloe Vera o con altri materiali completamente naturali.

Il vantaggio sarà di avere un prodotto anti acaro, ergonomico e allo stesso tempo anti allergico. Il rivestimento naturale rende il materasso perfetto anche per chi soffre il caldo, dato che la fibra resta sempre fresca e come nuova, dopo ogni lavaggio.

Confronto tra memory foam e altre tecniche di produzione

Memory foam – Lattice

materasso-molle-singoloI materassi memory foam sono fabbricati con un materiale “sintetico”, cioè la schiuma di poliuretano espanso. Si deformano in base al peso e al calore del corpo umano, conservando la deformazione per alcuni istanti.

I materassi in lattice sono realizzati invece interamente con un prodotto naturale derivato dall’albero della gomma. Questo li porta ad essere igienici e anti acaro oltre che molto confortevoli. Sono più rigidi, quindi ideali per chi ad esempio è abituato a dormire a pancia in giù. Il prezzo del lattice naturale è leggermente più alto del memory foam.

Guarda le migliori offerte di materassi in lattice

Memory foam – Molle Insacchettate

Qui stiamo confrontando due tecnologie molto diverse. Mentre sulle caratteristiche del primo abbiamo già discusso ampiamente, le molle insacchettate rappresentano la naturale evoluzione del tradizionale materasso a molle. La differenza è che ogni molla viene insacchettata in uno speciale involucro di cotone che la rende indipendente dalle altre. Il vantaggio è che ciascuna è libera così di reagire in maniera differente a seconda delle varie zone del corpo. Il prezzo è leggermente più alto rispetto al memory foam.

Guarda le migliori offerte di materassi a molle insacchettate

Accessori per aiutarti a dormire bene

Se stai pensando di cambiare il tuo letto con un nuovo materasso memory foam, allora ti consigliamo di pensare anche ad un cuscino memory. Questi riescono a dare confort e benessere alla testa e al collo memorizzando la deformazione impressa. Con questa straordinaria caratteristica i guanciali in memory sono ergonomici e ti permetteranno di dormire meglio.

Guarda alcuni modelli di cuscini memory foam in offerta

rete-materasso-singolo-offerta

Se stai cercando di cambiare la tua camera da letto, su INmaterassi trovi una nuova offerta promozionale: materassi e reti ti vengono proposti con uno sconto ulteriore del 5% ed in omaggio ricevi anche 1 o 2 cuscini in memory. Inoltre non paghi neanche le spese di spedizione.

Guarda i Kit Risparmio
e risparmia fino al 70%

Posted on Lascia un commento

Come scegliere il materasso giusto

come-scegliere-il-materasso

sconti-materassi-logoSe ti sei accorto che il tuo materasso è deformato, fa strani rumori e soprattutto dormi male la notte, allora forse è il momento di cambiarlo. In questa facile guida ti daremo alcuni validi consigli su come scegliere il materasso giusto in base al peso, alla posizione per dormire e più in generale alle tue esigenze.

Come scegliere il materasso migliore?

E’ questa una delle domande che molto spesso ci si pone prima di acquistare un nuovo prodotto. Si cerca cioè un prodotto di alta qualità per vedere prezzi e caratteristiche. In realtà la domanda è impropria: non è possibile scegliere il miglior materasso, perché di fatto ciascuno di noi ha delle proprie esigenze. C’è chi ama dormire in una posizione più raccolta, chi soffre il caldo, chi ha bisogno invece di un materasso che sostenga il suo peso,…

Insomma ciascuno di noi ha delle sue esigenze. Allora la domanda che bisogna porsi è: come scegliere il materasso ideale per le proprie caratteristiche fisiche?

Quanti tipi di materassi ci sono in commercio?

Tralasciando il vecchio materasso in lana della nonna, che dopo poco si deformava, aveva dei grumi, non sempre era comodo e soprattutto tendeva ad accumulare umidità e polvere – e quindi acari della polvere! – esistono in commercio vari tipi di materasso. Ecco i migliori:materassi-waterfoam-offerta

  • Materassi in lattice – Se di qualità e certificato, si tratta di uno dei prodotti migliori sul mercato. Realizzato interamente con un materiale naturale, è indicato per chi preferisce dormire in posizione supina, in quanto garantisce una certa durezza del supporto. Attenzione a scegliere un materasso in lattice di qualità: occorre che sia composto almeno dal 95% di lattice naturale e che abbia le giuste garanzie.
  • Materassi memory foam – Si tratta di uno dei prodotti più famosi in vendita online e nei negozi fisici. Spesso in televisione si sentono tantissime offerte, con prezzo spesso esagerati. In realtà scegliere il materasso memory significa optare per un prodotto economico, ma allo stesso tempo di alta qualità. Il prezzo varia a seconda dello spessore della lastra memory (da 3, 5 o 7 cm) e dalle caratteristiche del materasso (se ortopedico, antiacaro, in aloe naturale, ecc…). E’ particolarmente indicato per chi ama dormire di lato o soffre il freddo. Il memory foam infatti crea una specie di nicchia naturale grazie alla quale la colonna vertebrale resta perfettamente diritta.
  • Materassi a molle insacchettate – Rappresentano la naturale evoluzione dei materassi a molle tradizionali. La differenza è che le molle sono indipendenti, per cui si deformano in maniera differente a seconda delle varie zone del corpo. Questo consente di dormire più comodi e con la schiena più rilassata ed in posizione più naturale. Eviterai così dolori articolari e mal di schiena.

materassi-a-molle-insacchettate-offerta

Come scegliere il materasso in base al peso

Il materasso ideale è quello che riesce meglio a reggere il peso. E’ fondamentale sapere la durezza del materasso. Per le persone dalla corporatura più esile, i consigli degli esperti prendono come modello un materassi morbido e comodo. Per chi invece ha un peso più consistente o è obeso, consigliamo i materassi più duri. E’ fondamentale che la schiena sia accolta nella maniera più naturale possibile dal materasso.

La scelta del materasso in base all’altezzamaterasso-singolo-poliuretano

In questo caso più che sulla consistenza, bisogna concentrarsi sulle dimensioni dei vari materassi. Scegliere il materasso matrimoniale vuol dire, ad esempio, dover scegliere tra diverse misure (Guarda qui quali sono le dimensioni dei materassi). Attenzione che non sia troppo piccolo, vi costringerebbe a a dormire rannicchiati e con i muscoli mai completamente rilassati!

Per chi soffre il caldo o il freddo

Per chi, soprattutto d’inverno, ha bisogno di un materasso che lo tenga caldo, consigliamo il materasso memory. Il fatto che si crei un nicchia naturale per il corpo, consente di disperdere meno il calore.

Per chi invece ha bisogno di un materasso fresco perché non sopporta il caldo, ti consigliamo di scegliere un materasso traspirante. Certamente non ti eviterà di sudare, ma disperderà molto più rapidamente il calore, aiutandoti a dormire meglio.

Come scegliere il materasso per bambini

Per scegliere il materasso per lettino, tieni presente che esiste una specifica normativa europea che regolamenta le dimensioni, la consistenza e i tipi di rivestimento ammessi. Assicurati, prima di fare qualsiasi acquisto, che il prodotto sia certificato e garantito.

Generalmente per il lettino o per la culla la scelta va verso i materassi waterfoam. Sono economici ma allo stesso tempo di buona qualità. Ricordati che questo materasso andrà usato solo per pochi anni per cui non vale la pena spendere tanto.

Quanto dura un materasso

La durata dei materassi dipende moltissimo dall’utilizzo che se ne fa del prodotto e soprattutto da come viene tenuto. I prodotti con una buona manutenzione e livelli igienici ottimali possono durare anche 10 anni (non di più!). Se tuttavia il materasso non viene mantenuto correttamente, ricordati ad esempio che va girato almeno una volta al mese, può durare anche di meno. Quindi cerca di prenderti cura del tuo materasso nuovo.

Quanto spendere per un prodotto nuovo di qualità

Esistono materassi e materassi. La cosa importante è saper valutare i costi più convenienti ma con un livello qualitativo elevato. Il nostro consiglio è di non risparmiare mai sul benessere del proprio riposo, ma di cercare le giuste offerte online.

La vendita online è infatti una delle opportunità che ti consigliamo di valutare attentamente prima di scegliere il materasso giusto alle tue esigenze. I prezzi generalmente partono cifre anche inferiori ai 100 euro per i materassi waterfoam e memory foam, fino ad arrivare a 250 euro (per i materassi singoli) per prodotti più sofisticati e dalle prestazioni più elevate.

offerte-materassi-matrimoniali

Materassinofferta.it si occupa di proporti le migliori offerte online su prodotti scontatissimi e dai prezzi più che vantaggiosi. Forse potrebbero interessarti: